Ci sono due tipologie differenti di donazioni:

  • la donazione del SANGUE INTERO
  • la donazione in AFERESI

Qual’è la differenza?
La donazione di SANGUE INTERO prevede che in un’unica sacca vengano raccolte tutte le componenti del sangue: plasma, globuli rossi, globuli bianchi e le piastrine.

La sacca di sangue viene poi inviata all’OSPEDALE CIVILE DI BRESCIA che effettua tutti gli esami di idoneità previsti dalla Legge e provvede alla separazione delle varie componenti per destinarle all’uso richiesto.
La donazione del sangue intero dura in media 5-8 minuti. Il volume massimo di sangue prelevato è uguale a 450 cc.
Ai lavoratori dipendenti viene riconosciuta per legge una giornata di riposo retribuita.

La donazione di SANGUE IN AFERESI consenti di prelevare al donatore una sola componente del sangue; il plasma, con la procedura della plasmaferesi oppure di due componenti come le piastrine ed il plasma, oppure i globuli rossi ed il plasma o ancora i globuli rossi e le piastrine.

La donazione in aferesi presenta un duplice vantaggio:

  • permette di ottenere da un singolo donatore un quantitativo del singolo emocomponente pari a quello che si otterrebbe dalla lavorazione di più sacche di sangue intero;
  • è possibile personalizzare la donazione tenendo conto dei parametri fisici ed ematologici di ogni donatore.
    La donazione in aferesi in media dura 45-50 minuti.
  • Ai lavoratori dipendenti viene riconosciuta per legge una giornata di riposo retribuita.

Intervallo tra una donazione e l’altra
Di norma un uomo può donare 4 volte l’anno, una donna in età fertile 2 volte all’anno.